Cala Gonone in Sardegna: cosa vedere

Cala Gonone in  Sardegna: cosa vedere

Cala Gonone è situata nella parte orientale della Sardegna, ed è una frazione del comune di Dorgali. La località era già popolata in epoca nuragica, ma la fondazione vera e propria del paese si deve ad una colonia di pescatori provenienti da Ponza, ed è avvenuta all’inizio del XX secolo. Comunque, lo sviluppo della località avviene soprattutto nella seconda metà del secolo; è proprio in questo periodo infatti che cresce la sua importanza come centro turistico e balneare.
Cala Gonone sorge protetta da imponenti bastioni granitici che in alcuni punti scendono a picco sul mare; quando si giunge dalla galleria che fora i monti, l’impatto è davvero eccezionale: si passa infatti all’improvviso dal paesaggio aspro dell’entroterra sardo ad una conca che scende rapidamente verso il mare cristallino, a circa 400 metri in basso rispetto alla galleria. Ciò che si vede è la baia di Cala Gonone, che ha comunque anche un’altra via di accesso, tramite una strada montana che attraversa il Passo di Littu, che si inserisce in un meraviglioso scenario naturale.

Hotel e b&b a Cala Gonone

La zona è anche ricca di pensioni, alberghi, hotel, di strutture ricettive per l’accoglienza ai clienti: generalmente esse derivano da una ristrutturazione di edifici già esistenti, ora utilizzate a scopo turistico. Poiché le strutture in questione sono per la maggior parte a conduzione familiare, si viene a creare un’atmosfera del tutto particolare, raffinata ma calda e accogliente.

Calette e spiagge di Cala Gonone

Cala Gonone deve la sua fama di località turistica alle numerose calette che si trovano nei dintorni. Ve ne sono alcune sul Golfo, come Cala Luna ( che, colpita da una forte mareggiata nel 2004, ha visto devastato il bellissimo tombolo bianco che si trovava fra il mare e il torrente ), Cala Mariolu e Cala Sisine, ma, eccezione fatta per Cala Fuili e parte di Cala Luna, esse appartengono al vicino comune di Baunei. Altre cale invece sono raggiungibili soltanto via mare o via terra tramite meravigliosi sentieri bianchi, che si inoltrano nella macchia meditrerranea. Altri lidi importanti sono quelli di Cala Biriola e Cala Goloritzè. Dalle parti di Cala Gonone, inoltre, si trova la famosa Grotta del Bue Marino (che ha preso questo nome dalla foca monaca che qui si andava a riprodurre).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *