Cosa vedere a Palermo e come organizzare la tua vacanza

Cosa vedere a Palermo e come organizzare la tua vacanza

Hai deciso di visitare Palermo ma hai le idee un po’ confuse, forse ti stai ponendo una serie di domande del tipo: cosa vedere a Palermo? Cosa mangiare? Qual è la struttura migliore per dormire a Palermo? Devo noleggiare un auto o posso usufruire dei mezzi pubblici?
Per rispondere a queste e ad altre domande, abbiamo deciso di creare questa piccola guida su Palermo che spiega passo passo quali sono le varie possibilità e le alternative che puoi scegliere per crearti un itinerario e organizzare tutti gli aspetti più importanti del viaggio, seguendo il tuo ideale di vacanza.

Perchè in effetti organizzare la propria vacanza non è sempre facile, soprattutto senza l’ausilio di un’agenzia di viaggi, ma è comunque possibile programmarla da se e nei minimi dettagli, senza rischiare di incappare in brutte sorprese!
Le regole da seguire sono semplici, che tu voglia visitare Bologna, Palermo o qualsiasi altra città d’Italia, il segreto per la buona riuscita di una vacanza è organizzarsi in anticipo, indipendentemente dalla meta scelta.

In questa guida turistica su Palermo ti forniamo tutte le informazioni necessarie per organizzarti al meglio e creare il tuo itinerario personalizzato per visitare Palermo:

Come arrivare a Palermo

Il primo passo da compiere per organizzare la tua vacanza è scegliere come arrivare a Palermo. Raggiungere la Sicilia non è sempre stato semplice e soprattutto non sempre è sempre stato economico, per fortuna negli ultimi anni molte compagnie private che collegano le principali città hanno inserito Palermo tra i loro itinerari aumentando la concorrenza ed abbassando i prezzi.
Ecco le varie opzioni per raggiungere Palermo:

In aereo

Palermo dispone di un aeroporto internazionale, Falcone-Borsellino – Punta Rais, è collegato con molte città italiane ed europee ed è il terzo aeroporto più grande (per numero di passeggeri) del sud Italia, dopo Napoli e Catania. L’aeroporto si trova nel comune di Cinisi a 35 Km da Palermo, una volta arrivati, per raggiungere la città puoi usufruire di:

  • Taxi. Il costo varia dai 35 ai 45 euro, dipende dal luogo in cui si vuole arrivare, Palermo infatti è una città molto grande.
  • Treno. L’aeroporto è collegato dalla città anche tramite il Trinacria Express, il treno che arriva alla stazione centrale di Palermo. Il costo del biglietto è di 5,80 euro.
  • In Auto. Se hai noleggiato un auto, per raggiungere la città basta percorrere l’autostrada E90 in direzione Corso Calatafimi per arrivare dopo 45 minuti.

In treno

I viaggi in treno hanno da sempre avuto un fascino particolare per via della possibilità di ammirare il paesaggio che si percorre per arrivare a destinazione, è il modo migliore per conoscere un paese e godersi il vero senso del viaggio. Ovviamente i tempi si allungano, per farvi un’idea, partendo da Milano si raggiunge Palermo in 19-21 ore mentre da Roma circa 10-12 ore.

La nave o il traghetto

La nave è un mezzo che di solito viene scelto da chi ha paura di volare, da chi viaggia in auto o in camper. Le città in cui ci si può imbarcare diretti verso Palermo sono le seguenti:

  • CivitavecchiaPalermo
  • GenovaPalermo
  • LivornoPalermo
  • NapoliPalermo
  • SalernoPalermo

Dove dormire a Palermo

Il secondo passo da fare è scegliere il posto in cui dormire a Palermo, un luogo accogliente e pulito, magari situato nel centro storico in modo da poterlo girare a piedi. Meglio ancora se si trova a pochi minuti dalla stazione centrale e vicino l’entrata dell’autostrada in modo da potere usufruire del treno o dell’auto noleggiata per visitare località nei dintorni di Palermo come Monreale, Bagheria o Cefalù.
Ecco le strutture ricettive in cui puoi dormire a Palermo:

Bed and Breakfast a Palermo

I b&b di solito rappresentano la soluzione migliore per l’ottimo rapporto qualità-prezzo. Tra i migliori bed and breakfast citiamo Il Giardino di Ballarò, grazie alla sua posizione centrale e all’arredamento curato e di design ha tutti i requisiti per essere scelto per dormire a Palermo. Per cercare altri b&b, o comunque prima di prenotare, ti consigliamo di fare un giro sul sito www.tripadvisor.it per leggere le recensioni e farti un’idea più precisa del b&b.

Hotel a Palermo

Anche se negli ultimi anni nel capoluogo siciliano la presenza di hotel è calata, ci sono varie scelte da poter fare. Negli hotel la differenza tra una struttura e l’altra, in termini di qualità-prezzo, può variare molto. In questo caso è bene fare una ricerca su www.expedia.it per confrontare i prezzi e i servizi offerti dall’hotel.

Casa Vacanza a Palermo

La casa vacanza è consigliata nel caso di lunghe vacanze, ad esempio se si vuole rimanere per un periodo superiore a due settimane si possono trovare ottime offerte. In questo caso vi consigliamo di visitare www.homelidays.it un sito web specializzato e dedicato alle case vacanze

Cosa vedere a Palermo

Per quanto riguarda cosa vedere a Palermo sul web si trovano centinaia di articoli come “Cosa vedere a Palermo in 2 giorni”, “Cosa vedere a Palermo in 3 giorni” o “10 cose da fare a Palermo” ecc.. Ovviamente la scelta dell’itinerario si gioca in base al gusto personale del viaggiatore quindi è molto difficile elencare alcuni luoghi di interesse e tralasciarne altri. Proveremo a fare un elenco della maggior parte delle attrattive della città, sta a voi decidere quali di questi luoghi far entrare nel vostro itinerario, in base ai vostri interessi e anche al vostro tempo di permanenza.
Ecco la lista da cui prendere spunto:

I siti protetti dall’Unesco a Palermo

Sono i monumenti più visitati della città, sono un ottima scelta per chi ama l’arte e vuole fare un percorso di viaggio più “classico”.
Ecco la lista dei siti dell’Unesco a Palermo e dintorni:

  • Palazzo dei Normanni e la Cappella Palatina. Il palazzo è l’abitazione reale più antica d’Europa e la cappella è una basilica in stile normanno-bizantino situata all’interno del palazzo.
  • Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, con le sue cupole rosse, sono il simbolo della presenza araba nella città.
  • Chiesa di San Cataldo, è un tempio cristiano ma anch’essa si contraddistingue per le cupole rosse e lo stile architettonico.
  • La Cattedrale di Palermo simbolo del culto cristiano nella città. Nel corso dei secoli ha subito diverse trasformazioni, fondendo vari stili è diventata un esempio unico di architettura.
  • La Zisa, in stile arabo-normanno, era il palazzo all’interno del parco reale normanno.
    Il Ponte dell’Ammiraglio fatto costruire nel periodo normanno, serviva per collegare la città con i territori oltre il fiume.
  • Il Duomo di Monreale, famoso per il suo aspetto austero al’esterno e per i ricchi mosaici bizantini all’interno.
  • Il Duomo di Cefalù edificato nel 1131 è famoso per i suoi mosaici

Chiese e strutture religiose a Palermo

Palermo conta tantissime chiese e strutture religiose quindi, oltre a quelle già citate sull’elenco dei siti dell’Unesco, ti elenchiamo quelle che si distinguono per importanza:

  • Chiesa di San Domenico è popolare per la sua facciata in stile barocco, inoltre è la seconda chiesa più importante di Palermo.
  • Chiesa di San Francesco d’Assisi. Un esempio di architettura gotica durante la dominazione angioina.
  • Chiesa del Gesù o Casa Professa è una delle più importanti chiese barocche della città, al suo interno vi sono i basso rilievi di Giacomo Serpotta.
  • Chiesa di Santa Caterina, costruita alla fine del ‘500.
  • Santuario di Santa Rosalia situato sul Monte Pellegrino, fu costruito intorno al 1600 in onore della patrona di Palermo.

Palazzi e strutture a Palermo

Anche in questo caso il capoluogo siciliano ha tanto da offrire, è quasi impossibile stabilire il numero di palazzi e dimore nobiliari. Ti elenchiamo quelli che hanno fatto, in qualche modo, la storia della città.

  • Qanat di Palermo. Un opera di ingegneria idraulica risalente al periodo arabo che si snoda nel sottosuolo di Palermo.
  • Palazzo della Cuba o Castello della Cuba. Struttura del periodo normanno
    Castello di Maredolce o palazzo della Favara. Edificio in stile islamico risalente al XII secolo.
  • Palazzo Sclafani. Risale al 1130, ne ordinò la costruzione un feudatario, è famoso anche per il “trionfo della morte” un affresco dipinto nel cortile interno.
  • Palazzo Abatellis o Palazzo Patella. Oltre ad essere un bellissimo edificio del XV secolo, è anche sede del Museo Regionale di Palermo.
  • Palazzo Branciforte. Edificio del ‘500 ospita al suo interno numerosi affreschi e collezioni di opere d’arte.
  • Palazzo Pretorio o Palazzo delle Aquile. Attualmente sede del comune di Palermo.
  • Palazzo Valguarnera-Gangi. Noto per via del film “Il gattopardo”, una delle scene più rappresentative del film fu girata nella sala di questo palazzo nobiliare del 1750.
  • Palazzina Cinese o Casina Cinese. Dimora reale dei Borboni di Napoli

Le Piazze di Palermo

Palermo è tra le città d’Italia con il maggior numero di piazze, noi ti presentiamo le più belle in termini architettonici e storici:

  • Piazza Pretoria o Piazza della Vergogna in cui si affaccia Palazzo Pretorio, è importante per la celebre fontana.
  • Piazza Vigliena o Quattro Canti è una piazza ottagonale il cui perimetro è dato da quattro edifici.
  • Piazza Indipendenza. Una delle piazze centrali di Palermo.
  • Piazza Marina. Situata nel quartiere della Kalsa, fu costruita nel 1863 da Giovan Battista Filippo Basile.
  • Piazza San Domenico.
  • Piazza Bologni o Piazza Bolognia.
  • Piazza Politeama o Piazza Castelnuovo insieme a Piazza Ruggero Settimo sono le piazze più importanti di Palermo, il cuore pulsante della città

Le Porte della città di Palermo

La città di Palermo ha origini fenice, nel corso dei secoli la città si è ingrandita e il suo perimetro aumentava progressivamente. Alcune di queste porte, che regolavano l’ingresso in città, sono sopravvissute al tempo e ai cambiamenti inflitti dall’uomo.

  • Porta Nuova
  • Porta Felice
  • Porta Carini
  • Ingresso monumentale di via Roma
  • Porta dei Greci
  • Porta Sant’Agata

Teatri di Palermo

Culturalmente Palermo è una città molto attiva, anche in ambito teatrale ci sono diverse possibilità. Quelli che abbiamo elencato sono i teatri storici di Palermo. Alcuni di questi, come il Massimo e il Politeama, sono tra i più belli d’Europa.

  • Teatro Massimo Vittorio Emanuele. Il più grande teatro lirico d’Italia.
  • Teatro Politeama. Secondo per grandezza ma non meno importante.
  • Teatro Biondo
  • Teatro Garibaldi
  • Teatro al Massimo
  • Teatro di Verdura, principalmente utilizzato in estate, si trova all’interno del parco della Favorita.
  • Teatro Santa Cecilia, un tempo il più importante della città.
  • Teatro nuovo Montevergini, costruito alla fine del quattrocento.
  • Teatro Bellini o Regio Teatro Carolino, costruito nella prima metà del settecento.

Mercati storici di Palermo

I mercati popolari a Palermo hanno origini molto antiche, la città è da sempre un punto di snodo in cui vari prodotti alimentari (provenienti da ogni parte della Sicilia e del mediterraneo) vengono spedite verso altri porti del Mediterraneo. Questo ha favorito la nascita dei mercati in cui si poteva acquistare ogni sorta di prodotto alimentare.

  • La Vucciria, tra via Roma e la Cala e il Cassaro, ritratto dal maestro Renato Guttuso, oggi è meno popolato dai commercianti.
  • Ballarò, di origine araba è ancora oggi tra i più trafficati mercati di Palermo.
    Il Capo, che prende nome dall’omonimo quartiere.

Siti archeologici a Palermo

A Palermo è possibile visitare diverse aree che testimoniano la presenza di popoli che si sono susseguiti nel corso dei secoli, ecco quindi i più importanti siti archeologici.

  • Case Patrizie Romane all’interno di Villa Bonanno, sono i resti di un insediamento romano a Palermo.
  • Catacombe di Porta d’Ossuna sono un cimitero ipogeo paleocristiano.
  • Il Parco archeologico del Castellammare, fu quasi distrutto del tutto durante l’unità di Italia, al suo interno anche una necropoli islamica.
  • L’Area Archeologica di Solunto, situata a Santa Flavia, nei pressi di Bagheria a pochi km da Palermo, sono i resti di una città fenicia

Catacombe e cimiteri monumentali a Palermo

Non tutti i turisti hanno interesse verso questo tipo di visite, eppure sono tantissimi quelli che ogni anno decidono di visitare le catacombe e i cimiteri monumentali di Palermo, sopratutto le Catacombe dei Cappuccini che ogni anno richiama numerosi studiosi e curiosi.

  • Catacombe dei Cappuccini, è tra i più famosi e visitati della città grazie alla possibilità di vedere le mummie conservate in ottimo stato.
  • Cimitero di Santa Maria di Gesù, è un cimitero monumentale, vi sono numerose cappelle di proprietà di alcune delle famiglie e dei personaggi più importanti della città, come quella di Paolo Borsellino.
  • Cimitero di Santa Maria dei Rotoli, risale ai primi dell’800 ed è il più grande di Palermo

Ville, parchi e giardini a Palermo

Sulla lista del tuo itinerario non potranno mancare le ville e gli spazi verdi. Molte di queste sono storiche di origine settecentesca o ottocentesca.

  • Foro Italico o passeggiata della Marina è il lungo mare di Palermo che si estende lungo un’area verde. Tra i luoghi preferiti dai palermitani per passeggiare.
  • Villa Giulia, costruita intorno alla fine del ‘700, presenta un’architettura neoclassica.
  • Il Giardino Inglese è un giardino pubblico progettato e realizzato a metà dell’800.
  • Giardino della Zisa, situato di fronte l’omonimo palazzo, un tempo parco Reale di Caccia.
  • Parco d’Orléans è un parco urbano di inizio ‘800 che fu acquistato dalla Regione Sicilia.
  • L’ Orto Botanico è una delle principali attrattive di Palermo per via della varietà di piante che si possono ammirare.
  • Parco Uditore, era stato abbandonato in uno stato di degradato, oggi è un’area urbana gestita tramite un progetto di partecipazione popolare. Si svolgono numerose attività ed eventi interessanti.

Riserve naturali a Palermo

Se sei un amante della natura non potrai fare a meno di inserire nel tuo itinerario una delle riserve naturali di Palermo, ti consigliamo di visitare almeno una di quelle sottoelencate.

  • Riserva naturale orientata Capo Gallo, istituita nel 2001, comprende il promontorio di Monte Gallo e la fascia costiera adiacente.
  • Riserva naturale integrale Grotta Conza, in quest’area sono stati ritrovati dei resti di insediamenti umani risalenti al Paleolitico.
  • Riserva naturale orientata Monte Pellegrino.
  • Riserva naturale orientata Grotta della Molara.

I Musei di Palermo

Gli amanti dell’arte di certo non rinunceranno ad aggiungere nel proprio itinerario la visita a uno dei tanti musei presenti in città. Dalle esposizioni di arte contemporanea alle tradizioni e alla storia della Sicilia, vi sono diversi musei e gallerie dedicate, ecco le più rilevanti:

  • Museo archeologico regionale Antonio Salinas, possiede una serie di collezioni (tra le più ricche d’Italia) di arte punica e greca.
  • GAM Galleria d’arte moderna Sant’Anna, museo d’arte moderna situato nel centro storico.
  • Palazzo Branciforte, contiene diversi spazi museali formato da opere di diversi tipo, sia di tipo archeologico che di artisti dell’800 e ‘900.
  • Galleria regionale della SiciliaPalazzo Abatellis” contiene una vasta collezione di opere medievali e rinascimentali.
  • RISO Museo d’arte contemporanea della Sicilia, si trova nell’omonimo palazzo, contiene una collezione permanente di opere di artisti contemporanei ma ospita anche svariate mostre temporanee.
  • Museo etnografico siciliano Giuseppe Pitrè, conserva svariati documenti, opere ed oggetti correlate alla tradizione, agli usi e i costumi del popolo siciliano.
  • Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, ospita una vasta collezione di pupi siciliani, marionette e burattini provenienti da ogni parte del mondo.
  • Palazzo Mirto è una casa museo dove è possibile ammirare l’arredamento e gli oggetti di uso comune delle famiglie nobiliari.
  • Palazzo Sant’Elia diventato nel 2007 museo d’arte contemporanea.
  • Il Museo del Risorgimento dove sono esposte le collezioni inerenti alla rivoluzione siciliana del 1848.
  • Museo d’arte islamica nel Palazzo della Zisa.
  • Museo diocesano che raccoglie opere di tipo religioso come l’arte sacra del periodo normanno.
  • Il Museo del mare dell’ Arsenale di Palermo, risalente al periodo borbonico, sono esposte diversi reperti e ricostruzioni di materiale militare e navale.
  • Museo del giocattolo Pietro Piraino che si trova a Bagheria, custodisce una ricca collezione di giocattoli dal periodo rinascimentale fino a metà del ‘900.
  • Il Museo di Palazzo Chiaramonte-Steri è dedicato all’inquisizione.
  • Museo Stanze al Genio espone, in modo permanente, una collezione di piastrelle maioliche napoletane e siciliane.

Come spostarsi a Palermo

Adesso che hai individuato il tuo itinerario personalizzato, devi pensare a come ti sposterai per raggiungere i luoghi di tuo interesse. Palermo è una città caotica, anche per quanto riguarda il traffico cittadino, quindi ecco le varie soluzioni che puoi adottare in base al tuo itinerario:

A Piedi a Palermo

Se il tuo scopo è di visitare solo la città di Palermo, puoi fare a meno dei mezzi. Ci si può muovere a piedi per visitare le mete prescelte e scoprire luoghi che pur non essendo inserite in nessuna guida, sono altrettanto belli e rappresentativi.

I Bus a Palermo

Palermo, oltre alle linee di autobus cittadino, mette a disposizione dei turisti il servizio della City Seightseeing, un bus turistico a due piani che gira tutta la città.

La Metro o il Treno a Palermo

La metro di Palermo è divisa in tre linee: la A, la B e la C rispettivamente di colore rosso, blu e verde. Queste linee collegano la città in vari punti, anche con l’aeroporto e con altre località vicine come Bagheria.

Il Taxi a Palermo

Ci sono diverse compagnie di taxi, molte delle stazioni sono dislocate in punti strategici della città. In caso di imprevisti o di una certa urgenza nel mouversi per raggiungere la destinazione, il taxi rappresenta la scelta più veloce.

Autonoleggio a Palermo

Potresti decidere di noleggiare un auto ed essere autonomo negli spostamenti, sopratutto se decidi di visitare altri centri fuori Palermo. In questo caso ti consigliamo di prenotare con largo anticipo e confrontare più preventivi facendo attenzione al contratto che ti viene offerto. Se vuoi noleggiare un auto a Palermo senza carta di credito vai su www. noloinrentalcar.com, Nolo In Rental Car offre un servizio di autonoleggio in tutta la Sicilia.

Cosa mangiare a Palermo

La cucina siciliana è uno dei punti di forza dell’isola, grazie alla varietà del territorio i prodotti alimentari siciliani sono tantissimi. I piatti della cucina tradizionale che ne derivano sono altrettanto numerosi quindi è molto difficile consigliare dei piatti e tralasciarne altri. Quello che ci sentiamo di dirti è che ci sono pietanze per tutti i gusti, dai piatti a bese di vegetali (come la caponata di melanzane) al pesce locale alle carni pregiate dell’entroterra dove vengono prodotti anche svariati tipi di formaggi e vini DOC.

Street food Palermo

Lo street food palermitano è rinomato in tutto il mondo, ha origini antiche e popolari. Ancora oggi è possibile trovare in giro per la città numerosi venditori ambulanti e piccoli locali storici che preparano le arancine, le panelle, le crocchè, lo sfincione, il pane con la milza, le stigliola, il polpo e tanti altri piatti poveri che solitamente vengono consumati per strada.

Vegetariani a Palermo

La tradizione culinaria siciliana è composta da tantissimi prodotti derivati dalla terra, l’agricoltura è sempre stata uno dei settori di sostentamento dell’isola. Chi è vegetariano non avrà alcuna difficoltà nel trovare piatti gustosi realizzati con i prodotti tipici della Sicilia.

Dolci a Palermo

I dolci siciliani sono famosi in tutto il mondo per la loro bontà, molti vengono realizzati usando come base una crema ottenuta lavorando la ricotta, il tipico formaggio prodotto con il latte di pecora, per poi farcire i cannoli, le cassate, i cartocci, la iris o la cuccia.
Altri prodotti tipici sono i biscotti secchi e la frutta di martorana, dei dolci realizzati con farina di mandorla. Sono molto comuni anche dolci a base di pistacchio, tipico delle zone più interne della Sicilia. Ovviamente non può mancare il gelato e la granita, tutto rigorosamente realizzato con i prodotti della Sicilia.

Piatti della tradizione di Palermo

Palermo conta un nutrito numero di ristoranti e trattorie di qualità dove è possibile gustare la cucina tradizionale e quella rivisitata in chiave moderna, anche nei centri vicini come Mondello o Bagheria. Vi consigliamo comunque di dare sempre uno sguardo su tripadvisor.it per capire se ci sono state delle lamentele da parte di clienti passati. Tra i piatti più importanti e rappresentativi vi sono: la pasta alla norma, pasta con le sarde, pasta con la zucchina fritta, l’insalata di finocchi e arance, le lumache, le polpette di sarde, la pasta con i ricci e tanti altri piatti che non nominiamo ma non per questo meno gustosi.

Vita notturna a Palermo

Se sei un giovane viaggiatore e hai deciso di passare la tua vacanza a Palermo, sappi che questa città è piena di giovani studenti che affollano i locali e le strde durante la notte. Grazie alla presenza dell’università e di piccole realtà associative che promuovono la musica e gli artisti locali, Palermo è tra la città del sud Italia più adatta ad ospitare i giovani. La vita notturna è molto variegata, ci sono serate, concerti e spettacoli organizzati per tutti i gusti.
Tra i luoghi principali di ritrovo vi sono:

  • La Vucciria, di giorno mercato e di notte si trasforma in una sorta di discoteca in cui si può ballare per strada a ritmo di reggae.
  • I Chiavettieri, è una via un po più “in” con pub e drinkerie.
  • Piazza Magione, già citata sopra, di notte si popola di ragazzi per ascoltare della buona musica dal vivo, bere e mangiare in compagnia.
  • Ballarò, anche questo che di giorno è un mercato popolare, di notte si riempie di ragazzi di tutte le estrazioni sociali. Animato dalla musica afro e dai numerosi locali dove mangiare piatti palermitani e di origine africana bevendo fino a tarda notte.
  • I Candelai, un quartiere in cui si passeggia tra vie strette piene di piccoli locali in cui si può ascoltare dell’ottima musica dal vivo.
  • Via Libertà e Politeama, una delle arterie principali della città, trafficata di giorno e di notte da gente di tutte le età.
  • Piazza Rivoluzione che negli ultimi anni è stata rivalutata ed è diventato un’altro punto di aggregazione.
  • La Champagneria, una zona in parte pedonale nei pressi del teatro Massimo, dove è possibile soffermarsi nei numerosi pub, lounge bar e ristorantini. Da molti anni è uno dei luoghi più frequentati della movida palermitana.

I toui suggerimenti
Se vuoi suggerire altri luoghi da vedere, cose da fare e da mangiare o semplicemente vuoi raccontare la tua esperienza e come hai creato il tuo itinerario, scrivilo sui commenti e ci aiuterai ad arricchire la guida su Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *