Idea per un Capodanno unico: sarai il primo a vedere il nuovo Sole!

Idea per un Capodanno unico: sarai il primo a vedere il nuovo Sole!

Per non ridurti come ogni anno all’ultimo momento per organizzare un veglione di Capodanno che sia davvero da ricordare, e non la solita serata trascorsa a brindare e scambiare auguri con perfetti estranei, devi muoverti per tempo e magari cogliere in anticipo le occasioni che puoi trovare anche sul web.

Una fantastica idea può essere quella di farti sfiorare dai primi raggi del sole del Nuovo Anno che toccano l’Italia, e per farlo devi spingerti nel punto più orientale della nostra penisola, ossia Capo d’Otranto noto un tempo anche come Punta Palascia.
Decidi di trascorrere il fine settimana in un bed & breakfast a Lecce o negli immediati dintorni, e poi avventurati a sud-est per andare incontro alla prima alba del 2017, il migliore auspicio per tutti i successivi 365 giorni!

Chi vive a Capo d’Otranto attribuisce un valore ed un significato di rilievo a questa posizione geografica, che da secoli è crocevia di culture e luogo di incontro non solo tra i due mari Ionio ed Adriatico, ma anche tra le popolazioni. È proprio il Comune di Otranto ad organizzare, da oltre 10 anni, la rassegna “L’Alba dei Popoli”, un susseguirsi di eventi artistici, culturali e musicali che tra dicembre e gennaio vivacizzano tutta l’area dominata dal Faro di Punta Palascia e che culminano nella notte di San Silvestro!
A proposito del faro, non a caso è uno dei simboli del Salento: la Commissione Europea ne riconosce la rilevanza strategica, storica e culturale e lo ha inserito nella ristretta cerchia dei fari da essa tutelati, insieme a quelli di Tunisi, Gibilterra, Genova ed Alessandria.

Per rendere il tuo Capodanno ancora più indimenticabile, non perdere l’occasione di approfondire tutte le meraviglie del Barocco Leccese, lo stile architettonico che caratterizza il capoluogo e molti dei paesi limitrofi quali Nardò, Martina Franca, Gallipoli. Un Barocco ancora più esuberante e fiorito di quello tradizionale, un trionfo di fregi e motivi decorativi intarsiati ottenuti dai maestri architetti dell’epoca grazie alla Pietra Leccese, una speciale roccia calcarea tenerissima da lavorare e che favorisce quindi la creatività, ed in più possiede caratteristiche cromatiche e toni caldi in grado di riflettere la luce in maniera diversa a seconda dell’inclinazione.
Il vertice assoluto di questo stile che ha reso Lecce la “Firenze del Sud” è la Basilica di Santa Croce, dalla facciata riccamente decorata e carica di simbolismi.

Un Capodanno come quello appena suggerito siamo certi che ti lascerà ricordi e sensazioni uniche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *