Itinerario erotico di Venezia sulle tracce di Casanova

Itinerario erotico di Venezia sulle tracce di Casanova

Giacomo Casanova è considerato uno dei più grandi avventurieri e seduttori di tutti i tempi, e le sue conquiste galanti sono note in tutto il mondo. Per scoprire questo celebre personaggio della Venezia del Settecento, nella città lagunare è stato messo a punto un itinerario molto speciale che si snoda nei luoghi in cui egli visse.
Partite con noi alla scoperta di una città fantastica ripercorrendo i luoghi storici che fecero da sfondo alle vicende di Casanova

Casanova, un latin lover ante litteram

Nato a Venezia nel 1725, Giacomo Casanova passò alla storia per aver vissuto una quantità davvero incredibile di avventure, sia nel mondo reale sia in quello femminile. Tutto ciò è descritto nel suo libro ‘Histoire de ma vie’, dal momento che Casanova scelse la lingua francese per scrivere la sua autobiografia. La vita di Casanova assomigliò davvero a un romanzo: egli fu, infatti, diplomatico e avventuriero, alchimista e scrittore, spia e filosofo, anche se più che altro passò alla storia per la sua spropositata quantità di conquiste femminili.

Un viaggio nel tempo nel mondo di Casanova

A Venezia, la più bella fra le città italiane da visitare, è possibile ripercorrere i passi del più famoso seduttore della storia attraverso un itinerario che tocca i luoghi descritti nei suoi libri. Imprese amorose, avventure galanti e conquiste impossibili sono state fatte da Casanova in ogni angolo della città lagunare, e in particolar modo in quei sontuosi palazzi che un tempo ospitavano le classi più agiate. L’itinerario è percorribile in una giornata e consente non solo di approfondire le conoscenze sul personaggio storico di Casanova, ma anche di ammirare alcuni degli scorci più belli di Venezia.

I dettagli dell’itinerario erotico

Il percorso parte da Palazzo Merati, dove si trova l’alcova nella quale l’avventuriero trascorreva ore liete con le sue conquiste. Si prosegue poi verso Campo San Maurizio, dove visse il mentore e ispiratore di Casanova Giorgio Baffo, per poi raggiungere Campo delle Beccarie. Qui in occasione del pranzo è possibile gustare le specialità della trattoria Poste Vecie, della quale anche Casanova fu avventore. Dopo pranzo ci si dirige verso Calle Vallaresso, situato dietro Piazza San Marco, dove un tempo vi era la casa da gioco frequentata da Casanova. Infine, l’ultima tappa è sull’isola di Murano, nella quale Casanova visse una misteriosa avventura con ‘M.M.’, una monaca di clausura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *