Tappa in Salento: da Santa Maria di Leuca a Marina di Novaglie

Tappa in Salento: da Santa Maria di Leuca a Marina di Novaglie

Che il Salento sia uno dei luoghi più incantevoli della Penisola, riteniamo non sia più un segreto per nessuno. Ciò che, forse, non tutti sanno, è quanto possano suggestivi i 12 km di costa che separano Santa Maria di Leuca da Marina di Novaglie.
Qui, dove l’azzurro del cielo si fonde con il blu cobalto del mare, dove il sole pare che scaldi di più e risplenda sulla fitta vegetazione della macchia mediterranea estesa a perdita d’occhio, il cuore e gli occhi si riempiono d’immagini indimenticabili, mentre le narici assimilano profumi e odori destinati a restare nel cuore.

Prima tappa del viaggio: Santa Maria di Leuca

Chiamata anche il “Tacco d’Italia”, Santa Maria di Leuca è il lembo estremo della Puglia e colpisce turisti e viaggiatori in visita con la magia dei suoi colori, dei suoi scorci paesaggistici ma, soprattutto, per quell’atmosfera irreale e ovattata che si respira dall’alto della Basilica di Santa Maria “De Finibus Terrae”.
E sembra proprio di essere giunti alla fine del mondo: quale sarà la sorpresa nel trovarsi davanti agli occhi lo spettacolo di due mari – l’Adriatico e lo Ionio – che si fondono insieme in un unico, immenso abbraccio? Oltre il mare, lo sguardo vagherà solo verso il blu infinito.

Visitare Santa Maria di Leuca, significa imbattersi in una storia lunga millenni, in cui ancora si rinvengono tracce visibili e ben conservate d’insediamenti rupestri, antiche tombe, grotte – tra cui spiccano quelle dei Giganti, del Presepio, del Diavolo e del Drago – chiese, palazzi nobiliari e ville in stile liberty.
Il tutto, circondato da ulivi secolari, vigneti, baie e promontori a picco sul mare. Lo stesso scenario idilliaco, ci accompagna mentre risaliamo verso nord, in direzione di Novaglie.

Seconda tappa: Marina di Novaglie

Marina di Novaglie perla salentina situata sul versante Adriatico della Puglia, si trova in un punto particolarmente strategico della regione.

Situata a 12 km da Santa Maria di Leuca e a circa 16 km da Marina di Torre Vado, Novaglie, sin dall’antichità, grazie alla sua posizione, è stata utilizzata come porto privilegiato per l’attracco di navi, barche e mercantili.

Qui, un tempo, gli abitanti del vicino Comune di Corsano, erano soliti, produrre da sé il sale marino. In delle conche appositamente create, veniva lasciata decantare l’acqua marina. Questa operazione era illegale e ben presto gli abitanti del Comune di Corsano, presero l’appellativo di “Carcagni Tosti”, ossia “Talloni duri”, per via della loro capacità di sfuggire a piedi nudi sulle rocce, inseguiti dalla Guardia di Finanza.

Questo piccolo, ma affascinante tratto di costa salentina, oltre ai caratteristici scorci panoramici, è famoso per il suo ineguagliabile patrimonio naturale e paesaggistico. Marina di Novaglie, infatti, è conosciuta per le sue spettacolari grotte naturali, tutte visitabili e accessibili dal mare.

Tra le più scenografiche, per la varietà di luci e colori, troviamo la Grotta del Diavolo, ritenuta l’antica porta degli inferi, la Grotta Azzurra, per il particolare colore che assume il mare al suo interno, la Grotta del Presepe e la Grotta dell’Elefante, da cui proviene un ciottolo intagliato a mano, risalente al Paleolitico.

Ecco cosa comporta un viaggio da Santa Maria di Leuca a Marina di Novaglie: scorci, profumi ed emozioni che renderanno indimenticabile un viaggio in Salento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *