Vacanze Green in Puglia: fra Resort e Villaggi Eco Solidali

Vacanze Green in Puglia: fra Resort e Villaggi Eco Solidali

La terra è il patrimonio più importante per gli uomini di tutto il mondo e la sua salvaguardia dovrebbe essere una priorità assoluta per tutti.
Dopo secoli di ottusa strafottenza ed imperturbabile apatia, pare che l’umanità si stia finalmente interessando all’universo Green, avvicinandosi a logiche sempre più eco solidali.
Più passa il tempo e più cresce l’attenzione verso tutto ciò che è eco-friendly: dalle auto ibride ai cosmetici bio; a testimoniarlo è il boom dei big-box store e la ri-nascita del settore agricolo.
Ovviamente tutto ciò interessa anche il settore turistico-alberghiero. Oggi le certificazioni a carattere ambientale sono ambite alla pari della fantomatica “quinta stella”, riconoscimento d’eccellenza per le strutture ricettive di lusso. In tutto il mondo, i grandi villaggi e resort si sforzano di ridurre le loro emissioni di anidride carbonica e di offrire servizi ed opzioni eco-friendly per i propri ospiti. Ed ovviamente ciò avviene anche in Italia.
Sentite la necessità di perdervi nella natura, di sentirvi liberi come il vento e pieni di vita?
Se la risposta è si allora avete bisogno di una vacanza rilassante a contatto con l’ambiente in uno degli eco-villaggi italiani.
I migliori si trovano in Puglia e per selezionarli abbiamo chiesto aiuto agli esperti del portale Villaggi Turistici Puglia.
Ecco allora una lista di possibilità per vivere un’esperienza indimenticabile: dai grandi campeggi, club e re02sort capaci di offrire servizi eccellenti e sistemazioni green in un paradiso isolato, fino alle comunità indipendenti in cui concedersi un ritiro a contatto con la natura.

1 – Club degli Ulivi

Situato in una spettacolare baia, nella suggestiva location del Gargano, si trova il fantastico Villaggio Club Degli Ulivi. Questa struttura turistica è immersa nel verde degli ulivi pugliesi sorge su una piccola spiaggia di sabbia morbida si estende per oltre 20.000.
Natura e comfort sono le due costanti, ma anche una grande eco-sostenibilità, con cibo biologico a km0, prodotti per la pulizia ecologici, smistamento dei rifiuti tramite raccolta differenziata, riduttori di flusso d’acqua e lampadine a basso consumo. Potrete godervi il soggiorno scegliendo la soluzione più adatta alle vostre esigenze: da graziosi bungalows, a miniappartamenti sia in “formula residence” che “apparthotel”.

2 – Cala Molinella

Sempre nel Gargano, precisamente nel territorio di Vieste, si trova il Residence Cala Molinella, che intende prendersi cura dei propri ospiti senza però compromettere in alcun modo l’integrità dell’ambiente circostante. Ogni scelta è stata presa con raziocinio, con l’intento di limitare l’impatto ambientale. A partire dall’impianto solare termico e fotovoltaico, moderno e adatto ad ottimizzare costi e consumi, capace di coprire l’intero fabbisogno energetico annuale della struttura. Cala Molinella vuole regalare una esperienza meravigliosa tanto per gli ospiti quanto per il mondo circostante, con idee fondate sulle logiche dell’ecoturismo.

3 – Giardino della Gioia

Il Giardino della gioia si trova a San Nicandro, nei pressi di Foggia. Si tratta di un villaggio autonomo in cui un gruppo di soci volontari vive seguendo le regole dell’economia condivisa e del comodato d’uso, della permacultura e dell’autosufficienza energetica ed alimentare. L’associazione alla base del progetto intende promuovere uno stile di vita ecologico e consapevole, ed offre la possibilità ai vari membri di ricercare il proprio benessere psicofisico lontano dalle costrizioni sociali. Il Giardino della Gioia è aperto ad ospiti che vogliono sperimentare tali principi anche per un periodo di tempo limitato.

4 – Comune di Uropia

La Comune di Uropia è una comunità situata nei pressi di Brindisi fondata nel 1995.
Nasce e si sviluppa dal desiderio di un gruppo di giovani Leccesi i quali intendevano portare avanti un progetto di vita comunitaria basata su concetti cardine quali: coesione del gruppo, unanimità nelle decisioni ed abolizione della proprietà privata in favore dei beni collettivi. Partendo da questi presupposti i ragazzi sono riusciti a creare un villaggio immerso nella campagna costituito da fabbricati, abitazioni, laboratori e magazzini in cui vivono un gruppo di 13 comunardi disposti ad ospitare curiosi per periodi più o meno lunghi. Tra le attività organizzate: momenti conviviali e di aggregazione, laboratori e campi estivi per bambini, iniziative ecologiche e culturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *