Viaggio nel Salento

Viaggio nel Salento

Anche quest’anno il Salento si appresta ad essere una delle destinazioni preferite dagli italiani e non. Ci si aspetta, quindi, un grande afflusso turistico. Questo, quanto è ovviamente un vantaggio, ha anche un rovescio della medaglia dato che, in certi giorni il traffico può andare in tilt. Questo significa che possono esserci ritardi dei voli anche significativi, sebbene questo sia un piccolo problema dato che si può richiedere un rimborso ritardo aereo Alitalia o un cambio data con la compagnia aerea con cui si sta viaggiando, anche se la cosa migliore resta scegliere bene, ovviamente qualora si possa, i propri giorni di vacanza.

Salento: da dove cominciare

Visitare una terra come il Salento ti porta a scoprire una grande quantità di posti da scoprire. Chi sceglie una vacanza salentina lo fa principalmente per il mare e qui la fanno da padrone Otranto e Gallipoli, rispettivamente sulla costa adriatica e su quella jonica. Entrambe offrono spiagge bellissime e mare cristallino e, per gli appassionati, scogliere anche attrezzate dalle quali tuffarsi. I salentini infatti sono amanti dello scoglio, e molti turisti li hanno imitati, basta fare un giro a Santa Caterina, marina di Nardò, o all’adiacente Parco di Porto Selvaggio per farsene un’idea.

I bar e i piccoli ma pittoreschi locali sul mare non si contano, con tavolini all’ombra del sole, dove rinfrescarsi ammirando lo splendido panorama. Questi, la sera, si trasformano in punti di ritrovo e svago. Ma Otranto e Gallipoli si distinguono anche per la bellezza del loro centro storico: ricchi di arte sono la Cattedrale di Otranto con la spettacolare pavimentazione tutta in mosaico che rappresenta l’albero della vita, o i frantoi ipogei a Gallipoli. Le stradine suggestive sono invece ricche di negozietti particolari e ristorantini caratteristici.

Lungo la costa salentina

Ponte Ciolo - SalentoDa non perdere una gita lungo la litoranea da Gallipoli a Otranto, con scenari suggestivi specialmente lungo la costa adriatica, con la strada a picco sul mare. Doveroso fare tappa a Pescoluse, dove troviamo le spiagge nominate Le Maldive del Salento, fino a Santa Maria di Leuca magari per un’escursione in barca nelle grotte, lì dove lo Jonio e l’Adriatico si incontrano.

E come non fermarsi a Ponte Ciolo e poi a Castro, facendo una visita alle grotte carsiche della Zinzulusa, fino ad arrivare nell’arabeggiante Santa Cesarea. Prima di arrivare a Otranto un bel bagno a Porto Badisco dove, si dice, approdò Enea.

Lecce e la sua arte

Per finire, ma non ultimo come importanza, visitare il centro storico di Lecce è imprescindibile. Il Duomo, unico nel suo genere, la Basilica di Santa Croce, espressione purissima del barocco leccese, l’anfiteatro romano in Piazza Sant’Oronzo o il Castello di Carlo V. Queste le principali bellezze della Firenze del sud che vale la pena ammirare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *