Studiare in Australia

Studiare in Australia

Perché tanti giovani decidono di andare a studiare in Australia?

L’incremento del numero degli studenti stranieri che si recano nella terra dei canguri per motivi di studio pone la questione circa le ragioni che fanno dell’Australia un paese tanto attraente per migliaia di giovani provenienti da tutto il mondo.

Innanzitutto c’è da dire che l’Australia può vantare una struttura educativa all’avanguardia a livello globale, dotata di strutture e di insegnanti tra i migliori al mondo, in grado di erogare servizi scolastici di alto livello qualitativo.

Una volta, le destinazioni preferite per studiare all’estero erano gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Spagna. Adesso è il momento d’oro dell’Australia.

Alcuni dati possono essere utili per comprendere perché le richieste dello Student Visa sono in costante aumento, anno dopo anno, a riprova di quanto la reputazione del sistema educativo australiano sia tenuta in grande considerazione in ambito internazionale.
Gli studenti guardano all’Australia come alla destinazione ideale per i loro studi e puntano alla qualità dell’istruzione nell’ottica di un futuro lavorativo più sicuro e gratificante.

L’Australia, con una popolazione di soli 23 milioni di individui su una superficie di 7.700.000 chilometri quadrati, è il terzo paese per numero di studenti provenienti da tutto il mondo, dopo Gran Bretagna e Stati Uniti.
La cosa non sorprende, se consideriamo che, delle 100 migliori università al mondo nei ranking internazionali, 8 si trovano in Australia. La migliore accademia australiana, l’Australian National University, nel 2016 occupava il 22° posto di questa speciale classifica.
In Australia esistono a oggi circa 1.100 istituti che possono fornire 22.000 corsi di studio.
Sono dati che lasciano intendere quale sia il valore delle realtà scolastiche presenti nel paese, certamente tra le più avanzate.
Da sottolineare inoltre che, delle 30 migliori città al mondo per quanto riguarda la qualità della vita studentesca e del rapporto tra costi e servizi offerti, ben 5 sono australiane. Questo aspetto, in particolare, rappresenta una discriminante importante per gli studenti a caccia della destinazione ideale dove costruire il proprio futuro.
Se poi aggiungiamo il fatto che gli investimenti statali per borse di studio internazionali ammontano a 200 milioni di dollari ogni anno, è facile immaginare quanto possa essere stimolante andare a studiare in Australia, anche dal punto di vista delle opportunità lavorative post-laurea che si presentano.

Chi sceglie l’Australia non lo fa solo per frequentare un buon corso d’inglese, ma anche per accedere ai corsi IELTS (International English Language Testing System), la certificazione d’inglese più riconosciuta in tutto il mondo, oppure per conseguire un diploma professionale, una laurea, un master post-universitario.

Al termine del ciclo di studi superiori ci sono diverse possibilità per chi intende restare in Australia o sceglie di fare rientro nei paesi d’origine. Rispetto a molti altri paesi occidentali, le chances di trovare subito un’occupazione stabile sono piuttosto elevate e gli stipendi offerti in linea con gli alti standard qualitativi australiani.

Ecco perché, come ci raccontano i ragazzi di Just Australia, studiare in Australia significa confrontarsi con alcune tra le menti migliori del pianeta e avere accesso a straordinarie opportunità di crescita.

Chi ha deciso di studiare in Australia deve per prima cosa iscriversi a un corso di studi e richiedere lo Student Visa, il visto studentesco, al governo australiano. Bisogna quindi dimostrare di conoscere la lingua inglese, fondamentale per risiedere in Australia, e soddisfare i requisiti economici per sostenere il costo degli studi, oltre che sottoscrivere l’Assicurazione medica obbligatoria (Overseas Student Health Cover – OSHC).

Un trend in crescita

L’iscrizione di studenti stranieri agli istituti australiani è in crescita a partire dal 2013, dopo avere conosciuto un rallentamento tra il 2009 e il 2012, soprattutto a causa dell’apprezzamento del dollaro australiano e della crisi economica mondiale. Il 2015 ha registrato quasi 600.000 nuove iscrizioni di studenti stranieri, un record, il livello più alto mai raggiunto, con un incremento del 10% rispetto all’anno precedente. Gli studenti provengono da quasi duecento paesi, la maggior parte di loro arriva da Cina, che copre poco meno di un terzo del totale, India, Vietnam, Corea del Sud, Thailandia, Brasile, Indonesia, Hong Kong.

Quanto costa studiare in Australia?

L’Australia, per l’eccellente qualità della vita, è certamente uno dei paesi più cari al mondo. Questo vale anche per i costi del sistema educativo, aspetto, questo, da prendere in considerazione al momento di scegliere la destinazione dove trasferirsi per studiare.

I costi di un percorso di studio possono essere diversi a seconda dell’università e della facoltà scelta. Ad esempio, un diploma professionale può costare annualmente oltre 10.000 dollari australiani, una laurea oltre 20.000. Per un master si possono sborsare cifre che vanno da 20.000 a 30.000 AUD, sempre all’anno. Poi bisogna aggiungere tutti gli altri costi, dal materiale didattico, all’affitto, ecc. Molti studenti, per mantenersi agli studi, cercano un’occupazione, non certo difficile da trovare in Australia.
Inoltre, gli studenti stranieri non hanno diritto ai sussidi governativi previsti per gli studenti australiani e sono tenuti a pagare in anticipo l’importo totale della retta annuale.

Per tutte le ragioni viste sopra, nonostante i costi importanti che bisogna sostenere e che per molti possono rappresentare una barriera importante, compiere un percorso formativo in Australia è un trend in continua crescita. Un trend che ha conosciuto un incremento sensibile negli ultimi quattro anni, anche tra gli studenti italiani, che credono in questo paese per le possibilità che offre di costruire un futuro migliore.
Un’esperienza straordinaria da vivere dall’altra parte del mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *