L'area costiera nei pressi di Marina di Camerota
Italia

Baia degli Infreschi

Una delle più belle aree marine protette d’Italia è indubbiamente la Baia degli Infreschi, piccolo porticciolo naturale lungo la costa sud di Marina di Camerota.

Siamo nel Parco Nazionale del Cilento, nel golfo di Policastro, dove si nascondono gioielli naturalistici senza uguali, come la Baia degli Infreschi: sabbia bianca, rocce a picco sul mare, acqua limpida e trasparente, angoli e insenature mozzafiato. Se volete saperne di più vi consiglio il sito www.salernoecilento.it che vi farà conoscere nel dettaglio quali sono le spiagge più belle della zona.

Baia Infreschi, anche conosciuta come Porto Infreschi, deve il suo nome alle sorgenti di acqua dolce, fresca appunto, che si getta nelle acque marine ed è un rifugio naturale in cui non soffiano i venti, dove un tempo trovavano riparo sicuro i pescatori.

La storia del suo nome è molto antica: al tempo dei Romani il suo nome era Anphorisca perché si producevano manufatti realizzati con l’argilla che qui si trovava e che oggi ancora rappresenta l’artigianato locale. Verso il 1600 il suo nome sulle carte nautiche si modificò in Anfresca ed è da lì che oggi deriva Infreschi.

Nella baia si trova anche una piccola chiesetta che il 15 agosto vede arrivare via mare una vera e propria processione di imbarcazioni per onorare la festa di Santa Maria Assunta.

Come arrivare a Baia degli Infreschi

Due le possibilità per raggiungere questo angolo di paradiso in terra: via mare attraverso un battello o una barca turistica che parte da Marina di Camerota, da Palinuro e da Scario o facendo trekking a piedi sui sentieri lungo la costa.

Il percorso a piedi più facile è una bella passeggiata panoramica che parte dalla località Monte di Luna ed arriva fino a Cala Bianca e alle spiagge di Pozzallo.

L’itinerario più complesso, ma di indiscusso fascino, parte invece da Marina di Camerota, dalla spiaggia di Lentiscelle, e segue un sentiero nella vegetazione mediterranea prima di imboccare un tratto asfaltato per poi trovare una strada sterrata che giunge alla Cala di Pozzallo. Da qui si procede e dopo una salita si arriva a Cala Bianca, una delle spiagge italiane più suggestive. Camminando lungo il sentiero e attraversando un vallone si arriva su di un poggio per poi terminare con la discesa che conduce a Baia degli Infreschi.

Per il rientro si può scegliere di seguire lo stesso percorso o di utilizzare un’imbarcazione.

La Tonnara degli Infreschi

Come in molte località marine anche a Baia degli Infreschi c’era una volta una tonnara, oggi diroccata e abbandonata. Se ne possono ammirare i ruderi, un tempo luogo di salagione dei pesci che nelle loro rotte migratorie venivano catturati dai pescatori del luogo.

Foto copertina by Di NPVFOpera propria, CC BY 3.0, Collegamento.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi