Barca a vela
Viaggiare

Come organizzare una vacanza in barca a vela

Chi ama il mare, le avventure, la natura e gli spazi aperti lo sogna segretamente da una vita: vivere a bordo di una barca a vela, almeno per qualche giorno, almeno durante le vacanze estive.

Già ma come organizzarsi? A cosa bisogna pensare prima di imbarcarsi?

Vacanza in barca a vela

Perché scegliere una vacanza su barca a vela? Gli inguaribili romantici non si saranno nemmeno posti il problema: i tramonti a pelo d’acqua, le onde che cullano i propri sogni, i gabbiani che solcano i cieli, l’odore del mare… che cosa si può desiderare di più?

Gli scettici invece hanno bisogno di qualche motivazione supplementare che saremo ben lieti di offrire loro. Innanzitutto questo tipo di vacanza è perfetta per tutti coloro i quali avvertano la necessità di staccare la spina e chiudere, almeno temporaneamente, con lo stress di tutti i giorni ed il mondo in genere.

Gli amanti dello sport e gli spiriti avventurosi potranno anche concedersi qualche nuotata al largo ed entrare in perfetta sintonia con la natura.

Ed infine: conoscete un modo migliore per mettervi alla prova? Insomma: sapreste stare per qualche tempo lontano da internet, PC e cellulare e creare un contatto vero e profondo con la vostra interiorità o con chi vi accompagnerà?

In rotta per…

Bene, adesso che vi siete convinti a partire non vi resta che scegliere la meta. In Italia non è poi molto difficile trovare una destinazione adatta: dalle bellissime coste siciliane (Catania, isole Egadi, isole Eolie, ecc.) a quelle sarde (che ne dite dell’arcipelago della Maddalena?), dalla Puglia (Brindisi, Taranto ed isole Tremiti) alla Liguria passando ancora  per l’arcipelago Toscano (isola d’Elba e del Giglio su tutte).

Voglia di espatriare? Beh, dove recarsi allora se non in una delle tantissime isolette greche svettanti sullo splendido mare Egeo?

Preparare le valigie

Ecco: dato che raramente ci si concede il lusso di partire per una vacanza su barca a vela, torna forse utile qualche suggerimento circa la preparazione dei bagagli. Come viene raccomandato sul sito https://mistralsailing.it, l’ideale sarebbe non portarsi dietro molta roba.

Scegliete quindi una bella valigia, possibilmente di quelle morbide, e non cedete alla tentazione di riempire bauletti o borsoni supplementari. Portate con voi dei maglioncini oppure una di quelle giacchette leggere ed impermeabili che potrebbero farvi comodo la sera. Non lesinate su magliette, jeans, short e, nemmeno a dirlo, sui costumi.

In molti casi a bordo troverete anche degli elettrodomestici di base, ciononostante portate con voi degli alimenti a lunga conservazione eventualmente consumabili con il minimo dispendio di risorse. Scegliete ovviamente cibi che non occupino troppo spazio in dispensa.

Infine pensate all’acqua (optate per le bottiglie di plastica), alle buste per la spazzatura, alla carta igienica e a quella da cucina.

Quanto costa una vacanza in barca a vela?

Eccoci alle dolenti note. Soprattutto se deciderete di partire in compagnia del partner (e quindi non con un nutrito gruppo di amici coi quali dividere la spesa), non spenderete meno di 40/50 euro al giorno.

Sappiate però che, anche se in genere una vacanza su barca a vela può essere più economica rispetto ad una vacanza tradizionale, i costi sono soggetti a variazione in rapporto al periodo dell’anno prescelto.

Commenti disabilitati su Come organizzare una vacanza in barca a vela

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi