Ruwenzori
Africa

Cosa mettere in valigia per visitare i Monti della Luna

La catena montuosa Ruwenzori è la più alta di tutto il continente africano: la Cima Margherita raggiunge e supera addirittura i 5100 metri.

Ciascun complesso montuoso che compone il massiccio è scisso dal successivo da un sistema di valli e piccoli fiumi. La vegetazione, complice il clima particolarmente piovoso, è da queste parti a dir poco rigogliosa.

Il Ruwenzori delimita in parte i confini di Uganda e Zaire. Esplorare questa catena montuosa, nonostante l’altezza delle cime, non è per niente difficile a meno che non si presentino condizioni atmosferiche avverse.

Altro nome del Ruwenzori

Questo imponente massiccio africano era già conosciuto dagli antichi, ma con un altro appellativo. Si narra infatti che fu il geografo Tolomeo a battezzare tali vette “Montagne della Luna”. Da qui a suo parere nasceva addirittura il Nilo. In effetti il grande fiume si origina proprio su queste montagne, montagne in cui il giorno si raggiungono alte temperature e la notte scende il gelo.

Il massiccio qui in esame si compone di sei grandi alture: Baker, Gessi, Speke, Stanley, Emin e l’altisonante cima Luigi di Savoia. Sul monte Stanley sorge la già citata Cima Margherita, la terza montagna più alta di tutta l’Africa (le altre due sono ovviamente il Kilimangiaro ed il monte Kenya).

Quest’altura deve il suo nome alla spedizione italiana che per prima scoprì e scalò il massiccio: si trattava di un gruppo di scienziati che, nell’ormai lontano 1906, ebbe l’onore di guidare all’ascensione anche il Duca degli Abruzzi e Luigi Amedeo di Savoia. Margherita, lo ricordiamo, fu la madre di Vittorio Emanuele III. Nel corso di quest’esplorazione, il Duca degli Abruzzi riuscì ad inerpicarsi anche su molte altre cime di altezza inferiore oltre che a raccogliere una mole di dati scientifici di tutto rispetto.

Cosa mettere in valigia per andare ai Monti della Luna

Per quanto possano attrarre, alcune mete esotiche spiazzano il turista medio che non sa mai cosa sia meglio portare con sé in vacanza. L’Africa, da questo punto di vista, non manca di creare una certa confusione: in pochi sanno infatti che l’escursione termica diurna e notturna è qui particolarmente evidente. Di giorno infatti le temperature sono spesso altissime, di notte invece cadono giù in picchiata. Come abbiamo visto ciò accade sulle Montagne della Luna, a patto però di restare su queste vette anche sul far della sera.

Tolta questa eventualità, sappiate che l’Uganda è un paese in cui le temperature sono tendenzialmente miti dato che in linea di massima qui il clima si mantiene stabilmente sui 25°C.

Il suggerimento quindi è quello di portarsi dietro degli abiti estivi e comodi dato che ci sarà spesso da camminare. Visitando il paese in un periodo prossimo alla stagione delle piogge, è meglio munirsi anche di capi adeguati alla situazione. Sì quindi ad impermeabili e giacche a vento con cappuccio.

Se riuscite inoltre procuratevi un bel gilet dotato di parecchie tasche: vi serviranno per contenere piccoli oggetti utili e per lasciare in albergo borse, marsupi e zainetti. Ed a proposito di borse e valigie: prediligete sempre dei modelli morbidi e leggeri, scegliete dei bagagli a mano piccoli e facilmente trasportabili ed ovviamente lasciate perdere i tessuti sin troppo delicati.


Foto copertina di Von sarahemccRoad to Semliki, CC BY 2.0, Link.

Commenti disabilitati su Cosa mettere in valigia per visitare i Monti della Luna

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi