Italia

Cosa mettere in valigia per andare alla isole Tremiti

Arrivare alle Isole Tremiti è molto semplice: non bisogna far altro che scegliere il mezzo di locomozione più adatto alle proprie esigenze. Non sarà altrettanto semplice però decidere quali tappe visitare e quali escludere dal proprio tour: c’è così tanto da vedere!

Ecco allora qualche dritta utile per raggiungere ed esplorare al meglio queste sei splendide isolette pugliesi.

Isole Tremiti come arrivarci

Abbiamo detto che per raggiungere le isole Tremiti è possibile avvalersi di diversi mezzi di locomozione. Nello specifico ci riferivamo a traghetti, aliscafi, elicotteri, treni ed auto (questi ultimi ovviamente presuppongono comunque il ricorso alla nave). Ecco tutti i dettagli.

Traghetti e porti di imbarco

Le Tremiti sono delle isole a chiara vocazione turistica: non potevano quindi mancare sulle loro coste dei porti destinati allo sbarco di visitatori. A seconda delle mete che avete deciso di visitare, potrete scegliere se sfruttare il porto di San Domino o quello di San Nicola. Tali punti di approdo, coincidenti con due delle diverse isole che compongono l’arcipelago, possono essere raggiunti a bordo di navi,traghetti ed aliscafi.

L’imbarco è previsto da Vasto, Ortona o Pescara per coloro i quali giungono dall’Abruzzo, da Rodi Garganico, Vieste, Manfredonia e Peschici per i turisti provenienti dalla Puglia e da Termoli per chi giunge invece dal Molise. Quest’ultimo è sicuramente il porto più efficiente dato che garantisce ai turisti la possibilità di usufruire di un gran numero di corse peraltro distribuite nell’arco dell’intera giornata. Ciò invece non accade negli altri porti.

Il tragitto a bordo di un qualsiasi natante può essere coperto in un lasso di tempo compreso tra i 50 ed i 120 minuti.

In auto

Se vorrete muovervi sulle isole a bordo della vostra vettura, dovrete ovviamente scegliere di imbarcarla a bordo di un traghetto. Vi consigliamo quindi di percorrere la A 14 sino a Vasto o Termoli se provenite dal nord. Se arrivate dal sud invece imboccata ancora la A 14 (si tratta di una bretella autostradale lunghissima) e quindi la statale 693. Giungerete, svoltando allo svincolo per Poggio Imperiale Lesina, a Rodi Garganico. Proseguite quindi in direzione di Vieste percorrendo la statale 89.

Tenete comunque in considerazione che sulle Isole Tremiti raramente è consentito ai turisti di viaggiare in auto o su moto. Soltanto a San Domino, ottenendo prima degli specifici permessi comunali, potrete eventualmente godere dell’autorizzazione per girare a bordo della vostra vettura.

Tali restrizioni non sono da intendersi negativamente: queste isolette sono tanto piccole che per poterle visitare non è per nulla necessario munirsi di mezzi di trasporto motorizzati!

In treno

Se preferite muovervi in treno imbarcatevi su una carrozza della ferrovia Adriatica. Essa collega la città di Ancona a Lecce. Da qui ovviamente, scendendo alle stazioni di Termoli o Vasto, potrete raggiungere via mare la vostra meta.

In elicottero

In appena una ventina di minuti di volo, partendo dall’aeroporto di Foggia, potrete approdare sulle Isole Tremiti. Il servizio è attivo tutti i giorni dell’anno.

Cosa vedere alle isole Tremiti

In un modo o nell’altro siete finalmente riusciti a raggiungere le Isole Tremiti. Bene: e adesso? E adesso non avete che l’imbarazzo della scelta!

Noi vi presentiamo una piccola selezione di mete imperdibili: partiamo da San Domino. Si tratta dell’Isola più grande dell’arcipelago. Qui potrete ammirare delle spiagge bellissime che fanno da cornice a fondali marini di indiscutibile interesse. Tra tutte vi segnaliamo Cala Matano e Cala dei benedettini. Tantissime sono anche le grotte, tutte visitabili mediante delle escursioni in barca.

L’isola di San Nicola è per estensione la seconda dell’arcipelago. Sicuramente è anche la tappa preferita da chi ama la storia e l’architettura. Imperdibili in questo caso sono l’antica abbazia di Santa Maria a Mare (1045) e la tomba di Diomede.

Pare, almeno secondo una leggenda locale, che quest’ultima celasse un grosso tesoro, rinvenuto poi da San Nicola in persona nel corso del III secolo d.C. Fu la Madonna ad indicare al Santo dove si trovasse il gruzzoletto che venne interamente utilizzato per costruire la già citata abbazia di Santa Maria a Mare. San Nicola avrebbe inoltre portato sull’isola il particolarissimo crocifisso che adorna la chiesa. Esso proviene forse dalla Grecia e mostra Gesù Crocifisso non ancora morto, con gli occhi ben aperti. Lo sguardo del Signore sembra seguire i visitatori in tutti i loro movimenti.

Le altre isole

Le altre isole che compongono l’arcipelago, Cretaccio, La vecchia, Pianosa e Caprara sono perlopiù disabitate. Anch’esse comunque hanno qualcosa da raccontare. L’intero gruppo di isole infatti fu destinato ad ospitare dei detenuti sin dall’epoca romana. Le prigioni qui presenti vennero del tutto abbandonate soltanto dopo la fine del dominio fascista.

Da queste isole si può partire per effettuare delle spettacolari immersioni. Il fondale qui è ricchissimo di relitti e di specie marine. In particolare gli amanti delle immersioni farebbero bene a recarsi a Caprara, in località Punta Secca e Scoglio del Corvo. I meno esperti invece dovrebbero effettuare la loro immersione partendo dallo Scoglio dell’Elefante.

Cosa mettere in valigia per le Isole Tremiti?

Beh, visto che difficilmente vi sposterete usufruendo di auto e mezzi pubblici vi suggeriamo di mettere in valigia dell’abbigliamento comodo. Tenete conto del fatto che molte delle strade per cui passerete sono ancora sterrate.

Per quanto la tenuta standard dei turisti qui in visita contempli l’uso di costume, pantaloncini o pareo, non lasciate a casa la giacca a vento. La sera da queste parti la temperatura scende parecchio, tanto da richiedere l’uso delle maniche lunghe anche in piena estate!

Se alloggiate in hotel portatevi dietro degli abiti formali: a volte sono proprio necessari! Come sapete poi una parte sostanziosa della vostra vacanza trascorrerà in spiaggia. Questo significa che dovrete trovare spazio nel borsone anche per gli occhiali da sole, per una buona protezione solare e per qualche cappellino.

Se poi siete dediti allo snorkeling ed alle immersioni, non dimenticate tutta l’attrezzatura del caso: ve ne pentireste vista la bellezza dei fondali marini.

Commenti disabilitati su Cosa mettere in valigia per andare alla isole Tremiti

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi