Madagascar
Africa

Quando andare in Madagascar e cosa vedere

Siete in viaggio verso il Madagascar, e vi state chiedendo fra le varie opportunità che vi si presentano, quale sia la migliore da scegliere? Il posto dove state andando è ricco di meraviglie, e sceglierne una parte può apparire difficile, noi cercheremo di venirvi in aiuto, consigliandovi le 10 cose che non potete prescindere dal vedere.

Visitare il Madagascar: Parchi e spiagge

  • Parco Nazionale di Masoala: Posto dallo scenario indescrivibile e indimenticabile. Possiede la foresta primaria tra le più belle e prospere del pianeta, nonostante il continuo attacco di deforestamento contro ogni regolamentazione vigente. Facendo passeggiate e trekking in questo parco, si avrà la possibilità di avvistare oltre 90 specie di uccelli, avere contatto con i lemuri, e non solo, nel trimestre luglio-settembre, le balene saranno visibili al largo della Baia di Antogila.
  • Parco Nazionale di Tsingy de Bemaraha: Raggiungerlo è un’impresa, ma ne vale la pena. Trattasi di una foresta di pietra, le cui formazioni rocciose sono state rese patrimonio dell’UNESCO. Per raggiungerlo si dovranno percorrere 8 ore di strada sterrata, e attraversare ben 2 fiumi con le zattere.
  • Parco Nazionale di Isalo: Bellissimo luogo da visitare, e di facile accesso, in quanto si trova lungo una delle strade più conosciute e caratteristiche del Madagascar la RN7.
  • Nosy Be: Trattasi di una spiaggia bianchissima, che regala un mare trasparente che vi rimarrà nel cuore. Non solo, vi troverete la foresta vergine e potrete osservare le piantagioni di diversi prodotti come caffè, vaniglia e rum.
  • Isola Sainte-Marie: Anticamente base di pirati che assaltavano i mercantili che tornavano dall’Asia, è oggi una meta turistica tra le più desiderate al mondo.
  • Parco Nazionale di Ranomafana: E’ considerato il parco più bello del Madagascar. Vi potrete trovare lemuri, mammiferi rettili e uccelli. Particolare l’escursione notturna, perché è il momento della giornata migliore per avvistare i lemuri. Ce ne sono circa 12 specie.
  • Fiume Manabolo: Uno degli aspetti più ‘avventurosi’ di una vacanza nel Madagascar, è affrontare la discesa del fiume Manabolo sulle piroghe. Possono sembrare un mezzo di trasporto insicuro, ma le guide sono preparate e sanno come farvi godere il percorso sul fiume in assoluta sicurezza.
  • Ambohimanga: A pochi chilometri dalla capitale, si può visitare il palazzo reale del re Andrianampoinimerina. Situato su una delle 12 colline del Paese, la sua rilevanza culturale e architettonica, l’hanno reso non solo meta di pellegrinaggio da tutto il mondo, ma anche patrimonio dell’UNESCO.

Visitare il Madagascar: Le strade

Può sembrare strabo includere due strade, fra le bellezze da vedere in un viaggio. Come vedremo però più avanti, questi due tratti di strada sono molto caratteristici:

  • RN7: Per chi quando viaggia, ama lasciare un po’ di spazio all’avventura on the road, non può lasciarsi mancare un lungo andare sulla RN7. Collegamento tra Antananarivo Tuléar, permette di ammirare paesaggi indimenticabili.
  • Allée des Baobabs: Viale in terra battuta rossa, che ai fianchi presenta alberi alti 30 metri e con un diametro di 3 metri, che si estendono per 20 km.

Quando andare in Madagascar?

Il periodo migliore per visitare il Madagascar inizia ad aprile e si protrae fino ad ottobre. Da dicembre a Marzo si verificano abbondanti piogge e possono scatenarsi anche uragani e cicloni. Ovviamente è chiaro che luglio e agosto sono pieni di turisti. Assolutamente da evitare un viaggio da gennaio a marzo a causa delle forti piogge.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi